Le noci

Il “super cibo” che aiuta anche la salute della flora batterica intestinale

Le noci, già note per le sue proprietà anitossidanti perché ricche di acido alfa-linolenico, un acido grasso omega-3 e di fibre, oltre a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e proteggere il cervello, potrebbero anche migliorare la composizione della flora batterica intestinale. Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista The Journal of Nutritional Biochemistry dai ricercatori della Louisiana State University Health Sciences Center di New Orleans (Usa); pare che il consumo abituale di questa frutta secca sarebbe in grado di modificare la composizione dei batteri presenti nell’intestino.

Gli scienziati hanno effettuato la ricerca su 2 gruppi di topi: il primo gruppo è stato nutrito con un regime alimentare tradizionale, il secondo con una dieta arricchita con le noci. Sono quindi stati analizzati i batteri presenti nell’intestino della prole dei topi testati. Dalla ricerca è emerso che la prole dei topi nutriti con l’aggiunta delle noci nella dieta presenta un numero significativamente maggiore di batteri benefici.

“Le noci hanno aumentato la presenza di diversi batteri, come il Lactobacillus, tipicamente associati ai probiotici “ – nota la dottoressa Byerley -. Questo suggerisce che le noci possano avere la capacità di riorganizzare la comunità microbica presente nell’intestino e quindi far si che la salute dell’organismo migliori.

 

Articoli Recenti

Lascia un commento